QuattroTreTre

Pensieri all’attacco

Eduardo, due gol alla sfortuna

Posted by Francesca su 17 febbraio 2009

Per Eduardo Da Silva, venticinquenne attaccante dell’Arsenal, “il giorno più bello” è quello in cui si riprende la sua vita: torna in campo quasi un anno dopo un terribile infortunio, segna due gol, piange. Il brasiliano (per nascita, croato per scelta) è tornato a giocare dal primo minuto ieri, contro il Cardiff, nel quarto turno di FA Cup. E’ finita 4-0 per i Gunners. Lui ha trovato gloria due volte: un colpo di testa dopo venti minuti e una trasformazione dal dischetto. Poi, al momento dell’uscita dal campo, la standing ovation dell’Emirates Stadium. Perché pochi avrebbero scommesso sul ritorno (vero) del giocatore. Troppo brutto quello che si era visto il 23 febbraio 2008 a Londra, contro il Birmingham City: il tackle assassino di Taylor, la doppia frattura di tibia e perone della gamba sinistra, la tv inglese che addirittura sceglie di non mostrare il fallo. Eduardo poteva chiudere lì la sua fortunata carriera. Invece si è ripreso la sua passione. Scarpini ai piedi, è tornato ad allenarsi. Lunedì ha giocato, ha segnato e baciato la fede nuziale. Ha abbracciato il preparatore atletico Tony Colbert, per lui quasi un angelo custode. E ha pianto: niente lacrime amare, stavolta solo la gioia di un attaccante che ha segnato pure alla cattiva sorte.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: