QuattroTreTre

Pensieri all’attacco

Archive for the ‘Giornalismi’ Category

Se questo è un Paese…

Posted by Francesca su 10 febbraio 2009

Era una riflessione a caldo, ora è una certezza: questa Italia si merita il Grande Fratello. Per il reality record stagionale di ascolti (quasi otto milioni di telespettatori, il 31,78% di share). E non in una puntata qualsiasi, ma nel giorno della morte di Eluana Englaro, nel giorno in cui Canale 5 scopre le carte ed Enrico Mentana si dimette da direttore editoriale. Lo spettacolo non si ferma, l’informazione non paga. E agli italiani, che non devono e non vogliono pensare, va bene così.

Annunci

Posted in Giornalismi, Globotomie locali | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Financial Bono

Posted by Francesca su 24 settembre 2008

La notizia curiosa non è che Bono abbia un suo nuovo blog, ma che a ospitarlo sia il sito del Financial Times. Il cantante offre un punto di vista da insider sul meeting della Nazioni Unite di domani, dedicato ai prossimi obiettivi dello sviluppo globale.

Posted in Giornalismi, Hotel Insomnia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il video di Barajas

Posted by Francesca su 19 settembre 2008

A quasi un mese dall’incidente aereo avvenuto il 20 agosto a Barajas, il quotidiano spagnolo El Pais diffonde le prime immagini dello schianto, accompagnate dalla registrazione della telefonata fra la torre di controllo e il centro operativo dell’aeroporto due minuti dopo la tragedia.

Intanto, la bozza preliminare del rapporto della commissione d’inchiesta istituita dal governo spagnolo per chiarire le cause dell’incidente inguaia la Spanair, proprietaria del Md-82 precipitato a Madrid. Secondo quanto riportato dai quotidiani El Pais ed El Mundo, la compagnia aerea spagnola non ha rispettato integralmente una disposizione del costruttore Boeing relativa al controllo del funzionamento del sistema di allarme in caso di non apertura dei flaps (gli alettoni) al momento del decollo.

Posted in Giornalismi, Hotel Insomnia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Miss giornalista alla Casa Bianca

Posted by Francesca su 1 settembre 2008

Sarah Palin, vicepresidente che affianca McCain nel ticket repubblicano Usa, è considerata da alcuni troppo inesperta. Eppure, nel suo curriculum, spicca un binomio perfetto, almeno in Italia: reginetta di bellezza e giornalista sportiva. Ovviamente, qui da noi prima si fa la miss (o qualcosa di simile, purché comporti costumini e sorrisi vari) e poi si entra nelle redazioni (e si badi bene, nelle più prestigiose…). Vien quasi da rimpiangere il trespolo di Alba Parietti…

Posted in Giornalismi, Globotomie locali | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Un servizio con le palle

Posted by Francesca su 29 agosto 2008

L’involontaria sincerità dei lapsus freudiani… Ecco il nuovo tormentone Alitalia lanciato dal Tg3.

Posted in Giornalismi | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Le Olimpiadi delle tv pubbliche

Posted by Francesca su 5 agosto 2008

Per la serie: trovate la differenza.

Per celebrare l’esclusiva tv delle Olimpiadi di Pechino, la BBC commissiona una sigla ai Gorillaz, che realizzano uno scatenato e moderno cartoon musicale ispirato alle leggende cinesi.

Per celebrare l’esclusiva tv delle Olimpiadi di Pechino, la RAI commissiona una sigla a un’agenzia pubblicitaria. Il risultato è un mix di ideogrammi cinesi, cerchi olimpici e musichetta orientale.

Posted in Giornalismi, Sport Village | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Tempi magri per il WSJ

Posted by Francesca su 5 agosto 2008

Lo scorso fine settimana diversi quotidiani italiani riferivano di una forte diffidenza degli americani sovrappeso (la maggioranza) nei confronti di Obama, considerato “troppo magro”. Peccato che si tratti dell’ennesima bufala, peraltro creata dall’autorevole Wall Street Journal. Le uniche prove a sostegno della tesi del quotidiano erano, infatti, le dichiarazioni di alcune lettrici indignate, decise a “non votare mai per uno stecchino”. Dichiarazioni che, peraltro, erano state sollecitate, in un forum di Yahoo, dalla stessa giornalista del WSJ autrice del pezzo. Come se non bastasse, il giornale Usa ha dovuto far fronte anche alle critiche di chi ritiene che parlare dei dubbi dell’elettorato bianco sull’aspetto di Obama sia semplicemente un modo ambiguo per tirare in ballo il tabù razziale. E le scuse dei giornalisti di New York sono arrivate puntuali.

Posted in Giornalismi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alitalia, slogan e sondaggi

Posted by Francesca su 25 luglio 2008

Il punto di partenza per risolvere i problemi dell’Alitalia? Nell’ottica berlusconiana non può essere che uno slogan: “Io amo Alitalia, io volo Alitalia”. Al di là del fatto che sarebbe il caso di iniziare ad affrontare aspetti più delicati della questione, è davvero necessario dedicare al nuovo motto un sondaggio sul prestigioso sito del Corriere della Sera?

Posted in Giornalismi, Globotomie locali | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Vogue in black

Posted by Francesca su 24 luglio 2008

L’ultimo numero di Vogue Italia è un caso editoriale di proporzioni globali. Sfidando il luogo comune razzista secondo cui “le modelle nere non vendono”, la direttrice Franca Sozzani ha realizzato uno speciale “Black Issue” solo con modelle di colore. Risultato: boom di vendite e pubblicità, con tiratura esaurita anche negli USA (dove una copia in edicola costava da 16 a 20 dollari). Felicissimi gli inserzionisti, aumentati del 30% in occasione della ristampa subito ordinata dall’editore. Peccato che in nessuna pagina pubblicitaria ci fosse una modella nera. Il motivo? Sempre il solito: “Non fanno vendere”.

Posted in Giornalismi, Hotel Insomnia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Obama, Veltroni e un punto di rosso

Posted by Francesca su 24 luglio 2008

Su un blog del Foglio leggo un breve (e spero ironico) articolo che sostiene il seguente punto di vista: non è Veltroni che si è ispirato a Obama, ma Obama che ha preso a modello il leader del centro-sinistra italiano. L’autore del pezzo cita anche, orgogliosamente, la prova inconfutabile della sua tesi. Trattasi della foto di Obama alla conferenza stampa di Amman; sullo sfondo soltanto case e alberi, in perfetto stile veltroniano. “Stesso ambiente minimalista – si legge – Stesso sfondo naturale, stessa espressione corrucciata e, addirittura, stesso punto di rosso nella cravatta”. Non c’è che dire, siamo proprio di fronte a un clone di Walter… E, pensate un po’, il possibile primo presidente nero della storia degli Usa (la maggiore potenza mondiale) vuole fare il colpaccio ispirandosi a chi, in Italia, ha perso in un sol colpo la guida del Paese e della sua Capitale. Ma che ragionamento è? Folle. Così per legittimarlo ecco la domandina finale, ovviamente retorica: “Qualcuno ha detto a Obama che Veltroni ha perso?”. In effetti, c’era bisogno che qualcuno lo informasse…

Posted in Giornalismi, Hotel Insomnia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »